Come scegliere un notebook

Come scegliere un notebook

Come scegliere un notebook: Data la mia esperienza informatica vi posso consigliare di acquistare i portatili (notebook, ultrabook, convertibili ecc) con processori intel e non perché la intel mi paga per far questo (MAGARI!) ma semplicemente perché in assistenza ho notato che le macchine che si danneggiano più frequentemente, sono quelle con il processore AMD o con la GPU sempre della stessa marca.

come scegliere un notebook

AMD, da sempre, per rincorrere le prestazioni dei processori Intel, spingono un po’ di più sulla frequenza, questo però si traduce in una produzione maggiore di calore rispetto al concorrente Intel e se la ventola di raffreddamento, non è più efficiente come il primo periodo di utilizzo (magari perché nel tempo ha raccolto della polvere), inevitabilmente o si danneggia la CPU (il processore) oppure la GPU (il processore grafico).

Come scegliere un notebook

La prima domanda alla quale porci è… Quanto vogliamo spenderci?

Il budget di spesa è determinante per la scelta ad esempio non posso guardare un computer per gaming se voglio spendere solo 300 €. Più limitato è il budget e meno scelta avrete. Un consiglio generico per tutti, io scarterei quelli più economici in assoluto perchè sono già obsoleti al momento dell’acquisto, però se la vostra tasca non ve lo consente allora la parte del computer che io vi consiglio di controllare e confrontare con altri prodotti della stessa fascia il processore (CPU) che poi è il componente che determina più di altri la velocità del portatile.

Vi segnalo un sito dove andare a controllare le performance di tutti i processori prodotti fino ad oggi cpubenchmark LINK

La prima domanda alla quale porci è… Come lo utilizzeremo questo portatile?

In base a questo sappiamo già su quale prodotto orientarci. E’ chiaro che se dobbiamo utilizzarlo come un utente comune per esempio: navigarci, vedere la posta elettronica, facebook, vedere qualche film e ascoltare della musica possiamo acquistare un portatile di fascia bassa o media.

Se invece dobbiamo giocarci ci vogliono dei portatili molto performanti con CPU e GPU di ultima generazione. Se dobbiamo usarlo per lavorarci chiaramente dipende dal tipo di lavoro ad esempio se lo dovessimo usare prevalentemente con un programma di contabilità, un pacchetto office ed internet il computer potrebbe essere un portatile di fascia media. Invece se dobbiamo usare dei software molto pesanti che riguardano la grafica o montaggi video allora ci vogliono dei computer di fascia medio/alta o alta con la scheda grafica dedicata (meglio se Geforce rispetto a AMD Radeon).

Se la cosa più determinante per noi è la trasportabilità e mobilità con modelli da 10″/11″ è determinante vedere il peso, la dimensione e l’autonomia della batteria.

Un compromesso tra trasportabilità e velocità di elaborazione possono essere i modelli da 13″.

Caratteristiche Tecniche: Come scegliere un notebook

Tenete presente che i portatili rispetto ai computer desktop sono meno personalizzabili e le uniche cose che si possono modificare sono: l’Hard Disk e la RAM e spesso con i modelli attuali sono sempre più complicati per accedervi. Quindi se non siete pratici conviene che acquistiate il portatile già con le caratteristiche che cercate. Le performance del computer è determinato da diversi fattori e per scegliere il portatile più adatto alle vostre esigenze è fondamentale conoscerne bene le specifiche tecniche. Vediamole insieme:

  • Il Processore o CPU: è il componente più importante del computer, è quello che effettivamente elabora qualsiasi cosa. Le sue prestazioni dipendono principalmente dalla frequenza di elaborazione (espressa in Ghz) e dal numero di core (es. dual-core ne ha 2, quad-core ne ha 4 ecc.) dove l’elaborazione dei dati viene ripartita fra i vari core in modo da aumentare la potenza di calcolo senza surriscaldare troppo il processore e limitare il consumo di energia. Sono due i principali produttori di processori, Intel e AMD. Vi sconsiglio i prodotti AMD sia per motivi di performance che per motivi di surriscaldamento in tutti questi anni di assistenza tecnica posso dirvi che i processori AMD si sono danneggiati più frequentemente. Tutt’altro discorso per i prodotti della Intel dove troviamo i processori suddivisi in varie famiglie: da quelle meno performanti come gli Atom che sono stati progettati per consumare poca energia spesso utilizzati per computer economici convertibili e piccoli notebook. Poi troviamo i Celeron e Pentium, sempre di fascia bassa, questi processori adottati ai portatili economici ma migliori rispetto agli Atom. Poi troviamo i processori di fascia media chiamati i3 seguiti da quelli di fascia medio-alta con l’i5 fino ad arrivare al top di categoria con l’i7. Abbiamo anche dei processori Intel Core m3/m5/m7 a basso consumo usati soprattutto per ultrabook che hanno delle buone prestazioni ma non come la serie i3/i5/i7. Consiglio: Tra prezzo e prestazioni Io vi consiglio un i5.
  • RAM: Importante anch’essa perchè influisce nelle prestazioni del computer. 4 GB è una buona base di partenza per un uso generico, sarebbe buono informarsi sull’espandibilità massima del computer e sapere anche quanti slot sono disponibili (certe porcherie in giro, hanno solo uno slot) solitamente sono 2. Consiglio: 4GB con slot per fare un eventuale upgrade
  • Scheda grafica o GPU: Componente fondamentale per chi gioca con i videogames di ultimissima generazione e per chi lavora molto con la grafica ed il videoediting le schede video dedicate più performanti sono AMD e Nvidia dove hanno anche la loro RAM. Per tutti gli altri casi e quindi per un uso generico scegliete tranquillamente le schede video integrate dove la ram la prendono direttamente dal sistema. Consiglio: Geforce per chi ha bisogno della scheda grafica dedicata almeno 2 gb altrimenti va benissimo quella integrata (durano di più).
  • Hard disk/SSD: Un altro fattore che determina la velocità di un computer è il disco fisso. Attualmente la maggior parte dei notebook sono equipaggiati con un hard disk meccanici (HDD), ma pian piano gli SSD stanno sempre più prendendo piede (principalmente sugli ultrabook) ed in alcuni casi li troviamo entrambi. Gli SSD sono molto veloci, silenziosi, consumano meno corrente e soprattutto sono più resistenti alle cadute a discapito però del costo a GB e un numero limitato di scritture. Tenete presente che sui portatili più economici lo storage può essere affidato a dei drive eMMC e non agli SSD. Le eMMC sono delle memorie Flash simili alle schede SD che ma che hanno prestazioni inferiori. Consiglio: Se non avete bisogno di troppo spazio prendete l’SSD.
  • Display: è determinante se la risoluzione dello schermo è adeguata al tipo di utilizzo che ne dobbiamo fare. Ad esempio se ci piace vedere i film in Full HD valutate uno schermo adeguato a questa risoluzione.
  • Porte: i notebook possono avere diversi tipi di ingressi e uscite come le porte USB standard, mini o micro, poi si differenziano per velocità di trasferimento dati in USB 2.0, USB 3.0. un’altra porta che possiamo trovare è quella HDMI che permettono il collegamento ai monitor esterni o TV e possono essere standard, micro o mini), Poi troviamo la porta LAN per il collegamento cablato in rete, il card reader per le schede SD, i due jack audio per le cuffie o altoparlanti esterni e per il microfono. Consiglio: almeno 3 USB di cui almeno 1 USB 3.0
  • Masterizzatore DVD: Sempre più in disuso soprattutto per i portatili più economici e per gli ultrabook. Su alcuni portatili c’è solo il mascherino, se lo utilizzate ancora assicuratevi che ci sia. Consiglio: Meglio se presente
  • Wireless: tutti i portatili sono compatibili con le reti Wi-Fi standard ma non tutti offrono la funzione di dual-band (5GHz). Mentre se usate la tecnologia Bluetooth assicuratevi che ci sia.
  • Batteria: E’ difficile valutare le prestazioni delle batterie perchè cambia in base a come utilizziamo il computer. Orientativamente ci affidiamo a quello che ci dice il produttore al massimo ci possiamo documentare sui milliampere/ora (mAh) e il numero delle celle.
  • Qualità costruttiva: non guardate solo il design ma soprattutto la qualità costruttiva. Ho visto dei portatili economici con della plastica veramente scadente, io faccio molto caso alle cerniere se sono troppo delicate lo scarto subito. Consiglio: Se il prezzo è simile tra uno costruito interamente in plastica ed uno in alluminio o alluminio e plastica scegliete il secondo per una maggiore resistenza e migliore dissipazione del calore.
  • Touchpad: ho utilizzato diversi touchpad veramente pessimi per una sensibilità eccessiva. Consiglio: prima di acquistarlo provatelo.
  • Tastiera: Esistono dei modelli con la funzione di retroilluminazione veramente sfiziosi e utili a chi scrive al buio.

Evoluzioni del Notebook: Come scegliere un notebook

Spariti i netbook hanno trovato terreno fertile due tipi di dispositivi:

  • Gli ultrabook rispetto ai notebook sono più leggeri e sottili con un’autonomia di batteria superiore senza perdere troppo nella potenza di elaborazione. Solitamente non hanno il masterizzatore e costano di più dei notebook.
  • I computer convertibili, li troviamo anche a prezzi molo abbordabili composti da un display touch e una base con tastiera ribaltabile o separabile, quindi possono essere usati sia come notebook che come tablet.

Adesso che sapete come scegliere un notebook, vi auguro buon proseguimento.

Come scegliere un notebook